Personal tools
You are here: Home L'Istituzione Presidenza Portavoce Il portavoce informa La Provincia impugna davanti al Tar il decreto sulla pesca
Navigation
 

La Provincia impugna davanti al Tar il decreto sulla pesca

Il Presidente Giuseppe Raffa: “Il sistema della pesca in tutto il reggino è un’importante fonte di occupazione e di reddito. Le nostre marinerie, infatti, anche grazie alle loro tradizioni, rappresentano una fonte di sostentamento per centinaia di famiglie”.

La Provincia di Reggio Calabria ha deciso di impugnare davanti al Tar del Lazio il decreto  ministeriale  del 24  settembre scorso, emesso dall’allora  Ministro delle “Politiche agricole, alimentai e forestali” in materia di pesca. Con tale decisione,  il Presidente dell’Ente di via Foti, dott. Giuseppe Raffa, si schiera a  fianco dei pescatori reggini  che temono  sul futuro del comparto ittico provinciale.
“Il sistema della pesca – sottolinea Raffa -  in tutto il reggino è un’importante  fonte di occupazione e di reddito. Le nostre marinerie, infatti, anche grazie alle loro tradizioni, rappresentano  una fonte di sostentamento  per centinaia di famiglie. Su quest’attività, ancora oggi, poggia il tessuto sociale  dei nostri borghi marinari: di Bagnara, Scilla, Palmi, San Ferdinando, Gioia Tauro, ma anche di Reggio, Lazzaro, Melito Porto Salvo e dell’intera fascia ionica fino a Roccella e Monasterace. Il comparto della pesca – conclude il Presidente della Provincia di Reggio -  sta attraversando un momento  di  grande difficoltà provocata sia  dalla legislazione di riferimento, sia  dalla scarsità delle risorse naturali. La decisione di costituirci davanti alla giurisdizione amministrativa nasce dalla convinzione  che  le restrizioni  imposte dal decreto in questione penalizzino un settore i cui addetti  temono  nuovi contraccolpi negativi occupazionali  ed economici”.
a.l./

Document Actions