Personal tools
You are here: Home L'Istituzione Presidenza Portavoce Il portavoce informa Il patrocinio della Provincia per il concerto di fine anno
Navigation
 

Il patrocinio della Provincia per il concerto di fine anno

“Il gran concerto di fine anno” è stato presentato questa mattina alla stampa dal Presidente Giuseppe Raffa. Un appuntamento lirico – sinfonico, quello in programma domani sera (inizio ore 21) al teatro comunale “Francesco Cilea”, diretto dal giovane direttore d’orchestra Cristian Frattina, reggino della città dello Stretto. Patrocinato dall’Ente di via Foti, l’evento si propone di raccogliere fondi per il sostegno dei bambini del Malawi.

All’incontro con i giornalisti, oltre al Presidente Raffa, erano presenti l’assessore alla Cultura Eduardo Lamberti Castronuovo; la presidente della fondazione “Clara Travia Cassone”, Mirella Travia; il presidente onorario dell’Associazione “Grandi Eventi” ( che ha organizzato lo spettacolo) Armando Praticò, e il soprano Serenella Fraschini. Sul palcoscenico del “Francesco Cilea”i protagonisti saranno i professori dell’omonima orchestra, il soprano Serenella Fraschini, il mezzosoprano Caterina Riotto e il tenore Giuseppe Di Stefano. L’opera 26 del poema sinfonico “Finlandia” di J. Sibelius aprirà lo spettacolo che poi intratterrà gli spettatori con musiche di altri importanti autori: in particolare con l’Aria “Voi lo volete o mamma, dal melodramma “Cavalleria rusticana” di Mascagni, interpretata dal soprano Serenella Fraschini; con Habarena tratta dall’opera - comique “ Carmen”, con il mezzosoprano Caterina Riotto; con la Romanza “Ch’ella mi creda” dal melodramma la “Fanciulla del West” con il tenore Giuseppe Di Stefano. Nel complesso sia l’orchestra diretta dal maestro Frattina, sia i tre noti artisti, si esibiranno in musiche e arie di Mozart, J. Straus, e Puccini. Il concerto, come è stato sottolineato nel corso della conferenza stampa “è un atto d’amore nei confronti di bambini che non hanno praticamene nulla; un progetto umanitario di altissimo valore”. L’intervento umanitario, in atto, è operativo nel villaggio di Magtomero, nella diocesi di Zomba, dove sono in costruzione un centro di accoglienza per neonati e uno per bambini in età scolare ( comunque inferiori a 5 anni) con finalità didattiche, ludiche e di assistenza sanitaria. Nel corso della conferenza stampo il presidente Raffa ha evidenziato come con l’evento di domani sera “inizia un nuovo percorso culturale con l’utilizzazione di risorse tese, quasi esclusivamente, a valorizzare le nostre professionalità, in particolare i giovani”. Prende il via, dunque, il progetto “cultura a chilometri zero”.
 a.l./ 

Document Actions